Lunotto posteriore: la sostituzione è d’obbligo

Home » Rapidglass News » Lunotto posteriore: la sostituzione è d’obbligo
lunotto posteriore

 

La rottura: quando è necessaria la sostituzione del lunotto posteriore?

Sebbene sia più frequente la rottura del parabrezza anteriore, non sono rari i casi in cui anche il lunotto posteriore subisca un danno. Può essere una lieve scheggiatura oppure un danno più consistente, in ogni caso quando ciò accade è la sostituzione lunotto è sempre obbligatoria. Ma perché il lunotto posteriore si rompe?
I motivi possono essere molteplici. Il più comune è il sassolino scagliato dall’auto che procede in senso contrario. Si tratta di un’eventualità piuttosto frequente, soprattutto nelle strade a una sola corsia, dove gli spazi sono ridotti e i veicoli circolano a breve distanza l’uno dall’altro. In questo caso, è facile che la vettura che procede nel senso di marcia opposto, se incontra un fondo irregolare o anche solo una pietruzza di dimensioni più grandi del normale, col suo passaggio rischi di sollevarla e scagliarla all’indietro colpendo la tua vettura che sta circolando nell’altra corsia in direzione opposta.

Tuttavia, sebbene questo sia il motivo più frequente che conduce alla sostituzione, un’altra causa di rottura del lunotto posteriore è rappresentata dallo shock termico. Il vetro è un materiale molto sensibile alle variazioni estreme di temperatura, per cui in caso di gelo intenso tende a diventare eccessivamente sensibile e rigido, perdendo la sua elasticità intrinseca: in queste condizioni può essere sufficiente anche un minimo tocco per infrangere il cristallo.

La rottura del lunotto posteriore in queste condizioni si verifica frequentemente quando si aziona il sistema di sbrinamento della vettura.
Il vetro, infatti, passa da una condizione di gelo a una di caldo in un tempo molto breve e ciò è causa di crepe sul materiale. Ovviamente, non è una fattispecie certa, non tutte le volte che attivi il sistema di sbrinamento su un cristallo gelato vai incontro alla rottura, ma è comunque un’eventualità non rara a cui è necessario fare sempre attenzione. Per questo motivo il consiglio è quello di non azionare immediatamente lo sbrinamento, ma attendere che il ghiaccio inizi a sciogliersi naturalmente e, solo in quel momento, attivare il sistema termico della vettura.
Ricorda che ogni vetro ha un punto di rottura, il suo punto debole, e se questo viene sollecitato è più probabile giungere a una frattura.

Richiedi un preventivo

Richiedi un preventivo per la sostituzione lunotto

La sostituzione del lunotto: sanzioni per la circolazione con il lunotto rotto.

Nel caso in cui si verifichino delle fratture o, anche più semplicemente, delle crepe, è indispensabile procedere subito con la sostituzione lunotto posteriore. Più che necessario, però, si può dire che sia obbligatorio.
Entrando più nello specifico del codice della strada, in base all’articolo 79/4 (comma 1 e 4) l’alterazione delle caratteristiche costruttive e funzionali del veicolo è motivo di sanzione. La rottura di un cristallo è a tutti gli effetti un’alterazione strutturale, così come lo è anche una lieve scheggiatura o un’incrinazione, dal momento che si tratta di una limitazione alla tua visibilità alla guida. In questo caso l’ammenda a cui si va incontro è di circa 70 euro, ma non vengono decurtati punti dalla patente.
Diverso è il caso di una contestazione che avviene in ambito autostradale, in base all’articolo 175/16 del codice della strada. In relazione al comma 2, lettera h punto 16, si incorre in una sanzione qualora il veicolo sia stato individuato in circolazione con evidenti alterazioni tali da limitarne la sicurezza. Un vetro scheggiato, crepato o, comunque, danneggiato, è considerata una limitazione della sicurezza e, pertanto, soggetta a sanzione, che in questo caso ammonta a 35 euro e a due punti di decurtazione dalla patente di guida, a cui si aggiungono i 70 euro per la violazione dell’articolo 79/4.

 

Perché effettuare la sostituzione lunotto e non la riparazione

A differenza del parabrezza anteriore che, in caso di scheggiature, può essere semplicemente riparato, la sostituzione lunotto posteriore è d’obbligo anche in presenza di un danno minimo. Questo è dovuto al fatto che sul lunotto si trovano gli elementi termici per lo sbrinamento e il riscaldamento del vetro, che rendono impossibile effettuarne la riparazione. Appare evidente, dunque, che quando si subisce un danno a carico del lunotto posteriore sia necessario rivolgersi a un esperto di fiducia, come i centri Rapidglass, che sia in grado di rimuovere il cristallo lesionato per sostituirlo con uno nuovo.
E’ sempre meglio diffidare da chi consiglia una riparazione. I professionisti del settore non consiglierebbero mai un intervento di questo tipo, perché si va incontro a una perdita di funzionalità del sistema con conseguente necessità di un intervento successivo di sostituzione, che avresti potuto effettuare immediatamente senza perdere tempo.

 

Richiedi un preventivo

Richiedi un preventivo per la sostituzione lunotto

 

A chi rivolgersi per la sostituzione del lunotto posteriore

La sostituzione lunotto posteriore è un lavoro che non può essere svolto in autonomia, è quindi necessario rivolgersi a professionisti del settore, come Rapidglass, in grado di effettuare un lavoro in totale sicurezza. E’ sempre preferibile fare affidamento su aziende specializzate per la sostituzione del lunotto. I nostri RG Point operano da diversi anni in questo ambito e sono un punto di riferimento importante per chiunque abbia necessità di effettuare interventi di questo tipo.

Se circoli con il lunotto posteriore rovinato, anche solo scheggiato, ti esponi continuamente al rischio di multe, ma anche di rottura completa e definitiva. Prima di arrivare a questo punto il consiglio è quello di rivolgerti ad uno dei centri Rapidglass per chiedere un preventivo di sostituzione lunotto.

Anche nel caso di scheggiature profonde siamo in grado di asportare il lunotto senza che i frammenti di vetro cadano all’interno dell’abitacolo, preservando quindi la sicurezza tua e dei tuoi passeggeri. Non è un lavoro lungo e non dovrai tenere la vettura ferma troppo tempo. Generalmente bastano 30 minuti di lavoro per completare la sostituzione lunotto posteriore e riconsegnare l’auto.
Per quanto riguarda i costi, solitamente questo intervento è coperto dalla polizza assicurativa, nel caso in cui sia stata prevista l’assicurazione cristalli in sede di stipula del contratto. Dato che si tratta di un’opzione abbastanza economica, il consiglio è quello di includerla sempre tra le eventualità. Paghi un po’ di più il premio dell’assicurazione ma in compenso sei coperto contro ogni eventualità di spesa causata dalla rottura del cristallo.

Inoltre, la polizza cristalli prevede un massimale e una franchigia, anch’essi personalizzabili. Nel caso in cui la sostituzione non rientri entro tali limiti sarai tenuto eventualmente a versare solo l’eccedenza o la franchigia, ma non avrai conseguenze sul sistema bonus/malus.
E’ utile sapere che i costi della sostituzione lunotto sono variabili da vettura a vettura e dipendono principalmente dal modello di auto. In generale però, si tratta di una spesa che non eccede qualche centinaio di euro. Tutto sommato una somma ragionevole se si pensa alle conseguenze che potrebbe avere la circolazione con il lunotto rotto.