Viaggiare in Friuli e Trentino, tra colline e vallate

news13_novembre17

 

Viaggiare in Friuli e Trentino, tra colline e vallate

Il nostro viaggio attraverso l’Italia continua in due regioni magnifiche, che offrono uno spaccato davvero affascinante dell’arco alpino e che annoverano molte tradizioni di antichissime origini. Il Friuli Venezia Giulia è un territorio a statuto speciale situato sul confine con l’Austria e la Slovenia e composto da due regioni storiche (il Friuli e la Venezia Giulia, appunto) molto diverse dal punto di vista culturale. Proseguiremo poi in Trentino, altra regione autonoma italiana a statuto speciale, per addentrarci nella Valle dell’Adige, passando per Trento e Bolzano.

 

Udine, la più veneziana delle città friulane

Chi passa per il Friuli non può prescindere da un sosta ad Udine, città che ha più di qualche affinità con Venezia. Il luogo che ricorda meglio lo stile veneziano è Piazza della Libertà, definita la “più bella piazza veneziana sulla terraferma”. Su uno dei lati lunghi sorge la celebre Loggia del Lionello, costruita nel XV secolo in stile gotico veneziano. La loggia si presenta agli occhi dei visitatori come un autentico tripudio di marmi e colonne ed il suo splendido porticato ospita periodicamente eventi e manifestazioni di grande interesse. Di fronte sorge il Tempietto di San Giovanni, risalente al 1533 e sormontato dalla torre dell’orologio. Sulla torre i due mori, Venturin e Florean, scandiscono le ore affrontando le statue di Ercole e Caco e la colonna con il Leone di Venezia situate sulla Loggia. Infine, di fianco a quest’ultima, il cosiddetto Arco Bollani, completato nel 1556 ed attribuito al Palladio, dà inizio alla salita che conduce al Castello, vero simbolo della città.

Il Castello domina il centro storico di Udine dall’alto di un colle di 138 metri. Le origini di questa altura sono legate ad una leggenda antichissima: si narra, infatti, che Attila, dopo aver raso al suolo Aquileia, avesse ordinato ai suoi soldati di creare una collina trasportando la terra negli elmi, al fine di poter ammirare le fiamme dall’alto. Dopo aver sorseggiato un taj (un bicchiere di vino) accompagnato da qualche fetta del delizioso prosciutto di San Daniele in uno dei tanti deliziosi localini di Piazza Matteotti, è possibile riprendere la marcia, imboccando la strada per Pradamano, splendido borgo a soli 7 chilometri da Udine. La florida campagna locale, caratterizzata da filari di alberi d’acacia, olmi e gelsi, introduce al paese, con i suoi edifici antichi e le file di casette basse realizzate in sassi e malta. Fanno eco alla bellezza del piccolo centro storico le magnifiche ville rustiche, tra cui l’opera neoclassica di Andrea Scala, risalente alla seconda metà del XIX secolo e nota come Villa Giacomelli. Significativa è anche la visita a Villa Dragoni, che si erge sulle colline di Buttrio. Risalente ai primi del Seicento, fornisce un meraviglioso esempio di equilibrio ed eleganza stilistica. Oggi è finalmente possibile ammirare le sue sale affrescate, comprese le magnifiche Sala dei Putti, Sala Bucolica, Sala delle Muse e Sala Egizia.

Per sostituzione e riparazione cristalli auto a Udine, puoi rivolgerti ai nostri sette RG Point:

– Motorauto 2000 in Via dei Boschi 4 a Pradamano
– Magic-car in Via Biella 115 a Udi

 

 

Da Brugnera a Fiume Veneto, per scoprire la provincia di Pordenone

Procedendo verso ovest si entra nella bella provincia di Pordenone. Giunti fin qui è d’obbligo una sosta a Brugnera, celebre soprattutto per la presenza di due splendide ville venete, ovvero il Palazzo dei conti di Porcia, risalente al XVII secolo, e Villa Varda, ubicata nella frazione di San Cassiano. Quest’ultima risale al XV secolo, quando i Mazzoleni divennero proprietari di grandi estensioni di terreno. La struttura è completamente immersa in un magnifico parco adagiato sulle rive del fiume Livenza. Nel parco, liberamente visitabile, sono presenti anche un’aranciera, una cappella in stile neogotico ed una ghiacciaia, sovrastata da una torre merlata. Nel parco spiccano molti alberi d’importazione, che non fanno che aumentare il fascino della splendida natura locale. Dopo aver lasciato Brugnera, ogni amante dell’arte deve assolutamente fermarsi per qualche ora presso un’altra località molto suggestiva: Fiume Veneto. La sosta può iniziare presso il sagrato della chiesa di San Nicolò. Sebbene l’edificio originario risalga al 1401, la chiesa attuale è una ricostruzione del 1875. La facciata neoclassica stride con il campanile, realizzato nel tipico stile alpino. Per terminare in bellezza la visita non può mancare una sosta rigenerante, con pranzo presso uno dei ristorantini tipici della zona. Il menù? Antipasto a base di pitina (il salume principe della provincia di Pordenone), risotto con il grisol e frico con la polenta.

Per sostituzione e riparazione cristalli auto a Pordenone, puoi rivolgerti al nostro RG Point:

– Piccin Roberto in Via Ponte di Sotto 10 a Brugnera
– Top car srl in Via Malignani 18 a Fiume Veneto

 

 

Trova RG Point

Trova il Centro Rapidglass più vicino a te

 

Viaggiare in Trentino: Trento, una gioia per gli occhi e per l’anima

Arrivati a Trento è necessario fare sosta in piazza del Duomo e dare inizio al proprio tour della città. La Fontana del Nettuno è uno dei monumenti più importanti: si erge proprio al centro della piazza, il cui perimetro è delimitato dalla cattedrale di San Vigilio a sud e dalle case Cazuffi-Rella (bellissimi gli affreschi) a nord. Il restauro del Duomo ha reso questo scorcio della città ancor più suggestivo. A breve distanza da qui si erge una delle numerose torri cittadine, Torre Vanga, risalente al 1200, quando il fiume Adige scorreva ancora ai suoi piedi, prima che fosse deviato per lasciare spazio alla ferrovia. Continuando si incontrano le mura del Castel del Buonconsiglio. Anch’esso realizzato nel XIII secolo, ha ospitato per secoli i principi vescovi della città ed ha subito numerosi restauri ed ampliamenti nel corso dei secoli. Nel centro storico, le mura antiche sono ben visibili anche da Piazza Fiera, che ogni anno accoglie i celebri mercatini di Natale e che è impreziosita dalla presenza dell’antichissima (e ottima) birreria Pedavena. A fianco al Palazzo delle Albere (del XVI secolo) è stato costruito su un progetto di Renzo Piano il celebre MUSE, che ospita il museo di Scienze naturali. Per concludere in bellezza la visita della città è necessario fare una sosta presso il Palazzo Roccabruna, che ospita la sede dell’enoteca del Trentino ed è spesso teatro di eventi e incontri. Qui è possibile accompagnare un buon bicchiere di vino con alcuni dei prodotti tipici regionali. Dopo aver assaggiato le bontà trentine, l’imperativo è ripartire alla scoperta della vera essenza di questa regione, costituita dalla sua incredibile natura, dai monti e dai borghi tipici. Fra questi ultimi, Castello Molina di Fiemme è certamente uno dei più significativi. Adagiato in un’ampia conca ad oltre 900 metri sul livello del mare, è uno dei luoghi più apprezzati dai turisti, sia d’inverno che d’estate. Nel 1296 il castello che dominava il borgo dall’alto fu saccheggiato e dato alle fiamme dagli abitanti della vallata. Oggi l’area è occupata dalla chiesa parrocchiale di San Giorgio, realizzata nel 1856. Di fianco ad essa sorge anche l’antica chiesetta dedicata alla madonna di Lourdes, risalente al 1310. Viaggiare in Trentino vuol dire godere a pieno di una natura senza confronti e per farlo non c’è modo migliore che fermarsi presso il parco avventura Dolomiti situato proprio a ridosso del nucleo abitato e cimentarsi con i percorsi sospesi. Se sport e adrenalina dovessero stimolare la fame, allora sarà necessaria una sosta rigenerante presso uno dei numerosi ristoranti e rifugi della zona. Qualche consiglio relativo al menù? Una porzione di canederli, un piatto di polenta carbonera e una fetta dell’immancabile Strudel!.

Per sostituzione e riparazione cristalli auto a Trento, puoi rivolgerti ai nostri due RG Point:
– Gildo srl in Via del Pioppeto 18 a Trento
– Carrozzeria Dondio in Via Rogge 4 a Castello-Molina di Fiemme

 

 

La meravigliosa provincia di Bolzano

Procedendo verso nord, si giunge presso quella che viene considerata la porta delle Dolomiti, il borgo di Laion, comune della Valle Isarco, situato proprio all’ingresso della Val Gardena. Il territorio comunale tocca i 2.200 metri del monte Rasciesa ed offre un punto di vista privilegiato sulla Val Gardena e sulle vette circostanti. In quest’area, ogni stagione riesce a sorprendere il visitatore con peculiarità che rendono unico questo luogo: in primavera si può ammirare la fioritura dei ciliegi, mentre in autunno i boschi si tingono di infinite sfumature. Durante la stagione invernale sono tantissimi i turisti che alloggiano in zona per sciare sulle piste del vicino comprensorio sciistico Dolomiti Superski, il più grande carosello bianco al mondo! In estate, invece, sono imperdibili le escursioni tra le vette del Parco Naturale Puez-Odle. Oltre che per la sua posizione privilegiata, Laion è facilmente riconoscibile per la chiesa dedicata ai Santi Stefano e Lorenzo, conosciuta come il “duomo sul monte” per le sue grandi dimensioni e per la posizione dominante, situata com’è su uno sperone roccioso ai margini del paese.

Per sostituzione e riparazione cristalli auto a Bolzano, puoi rivolgerti al nostro RG Point:
– Carrozzeria Gardenia in Via Pontives 1 a Laion

 

 

 

Trova RG Point

Trova il Centro Rapidglass più vicino a te